Una gita fuoriporta Il Gobetti-Volta in Cina di Lisa Giannelli (studentessa V B Liceo linguistico 2017-2018 GobettiVolta)

Quante scuole offrono la possibilità di un viaggio educativo in Cina? Poche, probabilmente nessuna, tranne il Gobetti-Volta. Il nostro liceo a metà del pentamestre dell’anno scolastico 2016-2017 ha promosso un bando per quattro borse di studio offerte dalla Shunde School and Family Association di Guangdong e le domande da parte degli studenti sono state moltissime.
La borsa di studio prevedeva un soggiorno di sette giorni a Shunde, Guangzhou nel quale gli studenti selezionati dalla precedente preside Clara Pistolesi, dalle professoresse Elisabetta Paoli e Cristina Marchetti e dalla rappresentante del consiglio dei genitori, dovevano presentare la storia e gli usi e i costumi della cultura italiana in una scuola cinese.

In viaggio verso il sud della Cina
Al viaggio dal 14 al 22 luglio oltre ai quattro studenti del Gobetti-Volta, Mattia Franchi, Angela Braccia, Riccardo Rivano, Lisa Giannelli e alla professoressa Paoli, hanno preso parte anche quattro studenti dell’istituto Balducci di Pontassieve. Il viaggio era stato proposto alla nostra scuola dalle imprenditrici Roseli Riva e Yingdan Bao, e quest’ultima ha accompagnato i ragazzi durante tutto il soggiorno in Cina.


La prima sfida dei nostri studenti-viaggiatori è stata il viaggio, undici lunghe ore di aereo da Parigi a Guangzhou, una città nel sud della Cina, non molto lontana da Hong Kong, abitata da 12 milioni di persone e considerata piccola per gli standard cinesi. Al loro arrivo gli studenti si sono subito resi conto dell’incredibile senso di accoglienza che solo i cinesi sanno offrire e hanno avuto modo di sperimentarlo di nuovo quando l’ultima sera del viaggio i ragazzi cinesi li hanno ospitati nelle loro abitazione per una cena tipica in famiglia.

Immersi nella cultura cinese
Durante tutto il soggiorno gli studenti hanno avuto modo di assaggiare le prelibatezze della cucina cinese e ne sono rimasti positivamente colpiti. Il cibo, così come la cultura attraggono in Cina molti turisti ogni anno, ma dato che Shunde non è una città turistica, i nostri studenti hanno catturato più volte l’attenzione delle persone del luogo che molto spesso non avevano mai visto degli europei dal vivo.


Uno degli episodi più divertenti è accaduto la seconda sera quando, nella piazza principale della città decine e decine di persone ballavano a ritmo di canzoni tipiche cinesi. I nostri studenti non si sono fatti scappare l’occasione e hanno preso parte ai balli, cantando e divertendosi come non mai.
Durante le mattinate e i pomeriggi i due gruppi di studenti italiani hanno presentato il nostro paese ai ragazzi cinesi e nonostante la loro difficoltà nell’inglese e la loro età, hanno mostrato grande attenzione e interesse. La settimana si è svolta all’insegna del divertimento, ma il tema principale è stato l’interazione di due culture diverse attraverso attività tipiche della cultura italiana e di quella cinese. I ragazzi cinesi hanno, così, imparato a fare la pizza mentre gli italiani hanno preso parte a un corso di scrittura cinese con un esperto del mestiere e hanno avuto modo di visitare la città e il suo giardino in tipico stile cinese e i musei ricchi di storia e reperti di una delle civiltà più antiche del mondo.


Alla fine della settimana nessuno voleva tornare a casa e benché la stanchezza e la fatica si facessero sentire, il desiderio di rimanere ancora un po’ vinceva su tutto. L’entusiasmo dei ragazzi cinesi e la loro accoglienza sono stati, senza dubbio, la forza trainante di tutta la settimana.

I Ponti n. 2, settembre-ottobre 2017

Una risposta a “Una gita fuoriporta Il Gobetti-Volta in Cina di Lisa Giannelli (studentessa V B Liceo linguistico 2017-2018 GobettiVolta)”

  1. Brava Lisa! E’ stata un’esperienza indimenticabile anche per me. Vorrei ringraziare pubblicamente il nostro gruppo: tu, Angela, Mattia e Riccardo. Siete stati degni ambasciatori della nostra scuola e della nostra comunità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.